Blog: http://labattitura.ilcannocchiale.it

NO alla PENA di MORTE

 

SEMPRE e COMUNQUE

 

“….Invece al condannato a morte l’orrore viene inflitto al dettaglio. La tortura della speranza si alterna alle angosce della disperazione animale. [Il condannato] non è più un uomo, è una cosa che attende di essere manipolata dai carnefici”

Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte

Pubblicato il 30/12/2006 alle 21.25 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web